ufficio del turismo viaggi vacanze gite musei monumentiufficio del turismo ristoranti alberghi monumenti cosa vedere dove dormire mangiare
ufficio turismo viaggi vacanze gite escursioni passeggiate
destinazioni
turismo turisti viaggiare cosa vedere dove dormire mangiare alberghi hotel ristoranti bed breakfast ostelli
turismo monumenti musei parchi giardini esposizioni manifestazioni eventi principali
turismo trasporti aerei aeroporti metro treni stazioni bus taxi pullman
avvertimenti e pericoli per chi viaggia situazioni rischiose
!!attenzione!!
paesi da evitare consigli per la sicurezza viaggiare sicuri
turismo monumenti musei parchi giardini esposizioni manifestazioni eventi principali
turismo trasporti aerei aeroporti metro treni stazioni bus taxi pullman
vacanze vacanza viaggi viaggio viaggiare gita gite weekend fine settimana itinerari
informazioni turistiche ufficio del turismo monumenti musei alberghi bed breakfast ostelli ristoranti pizzerie agriturismi
cosa vedere dove andare cosa fare tempo libero shopping arte cultura turismo
turismo trasporti aerei aeroporti metro treni stazioni bus taxi pullman
 
ufficio turismo sirmione desenzano garda catullo terme vacanze viaggi
ufficio turismo sirmione desenzano garda catullo terme vacanze viaggi SIRMIONE (BS) ufficio turismo sirmione desenzano garda catullo terme vacanze viaggi
ufficio turismo sirmione desenzano garda catullo terme vacanze viaggi
Sirmione sorge su un caratteristico promontorio, una sottile lingua di terra che s'inoltra verso il lago tra i golfi di Peschiera e Desenzano. Vi si accede anche da un ponte che si collega alla Rocca Scaligera e alla parte medievale.
E' un importante centro turistico e termale conosciuto fin nell'antichità, patria del poeta Catullo patria di Catullo che qui scrisse versi indimenticabili la cui famiglia nel I secolo a. C. aveva a Sirmione una casa.
In età repubblicana Sirmione fu un'importante stazione di collegamento tra Verona e Brescia, e a testimonianza della sua preminenza sorse qui la più grande villa romana dell'Italia settentrionale, probabile insediamento balneare.
Dopo i romani arrivarono i Longobardi, i Carolingi.
Sirmione fu protagonista anche nella lotta per le eresie: centro di accoglienza per molti seguaci dell'eresia cataro-albigese, venne assediata da Mastino I Della Scala che sconfisse gli eretici e bruciò nell'arena di Verona oltre duecento persone.
Gli Scaligeri, a cui si deve la ricostruzione dell'antico castello, furono tra le più importanti famiglie dell'epoca sul territorio, rimasero alla guida del paese fino al 1387 quando vennero cacciati da Gian Galeazzo Visconti signore di Milano a cui seguì il signore di Padova. Infine il dominio della Serenissima fino al 1797, poi Napoleone, l'Austria e la provincia di Brescia
.
turismo monumenti musei parchi giardini esposizioni manifestazioni eventi principali
turismo trasporti aerei aeroporti metro treni stazioni bus taxi pullman
ufficio turismo sirmione desenzano garda catullo terme castello cosa vedere visitare sirmione
Monumenti
ufficio turismo sirmione desenzano garda catullo terme castello cosa vedere visitare sirmione
Grotte di Catullo

sirmione grotte catullo I resti della villa romana, denominata "Grotte di Catullo" si trovano all'estremità della penisola e sono raggiungibili solo a piedi - 1 km. circa dal castello scaligero - oppure, da aprile a ottoble, con un trenino elettrico, in partenza dal piazzale antistante lo stabilimento termale.
sirmione grotte catulloQuesto imponente sito archeologico, oltre a rappresentare la testimonianza più importante tra i ritrovamenti del periodo romano in territorio sirmionese, è considerato l'esempio più grandioso di villa romana rinvenuto nel nord Italia.
sirmione grotte catulloLa denominazione di "Grotte" risale al XV sec. quando ai primi cronisti - viaggiatori apparvero queste "caverne" in parte crollate e ricoperte da vegetazione; il primo ad attribuirle a Catullo, che possedeva una dimora a Sirmione, fu il giovane cronista veronese Sanudo e questa sua teoria fu sostenuta nei secoli successivi da vari scrittori nonostante non sia provato che la sua villa si trovasse proprio in questa zona.
I primi studi dei resti della villa sono stati effettuati nel 1801 da un generale di Napoleone. Successivamente il veronese Girolamo Orti Manara diede inizio agli scavi, facendo ulteriori e più attente ricerche, pubblicate nel 1856, correlandole con planimetrie.
La Soprintendenza iniziò gli scavi e i restauri nel 1939/1940; da alcuni anni sono in corso altri studi e rilievi che hanno fornito nuove indicazioni sulla planimetria e la cronologia delle varie fasi di costruzione.
Il complesso archeologico, portato alla luce solo in parte, copriva un'area di circa 20.000 metri quadrati.
La grande villa, al di sotto della quale sono state rinvenute strutture del I. sec. a.C., risale agli inizi del I. sec. d.C. e si ritiene possa essere appartenuta ad un esponente della famiglia dei Valeri, divenuto console nel 31 d.C. Non si conosce l'esatto periodo ed il motivo del declino della villa; il ritrovamento di tombe, sia all'interno che all'esterno dell'edificio, risalenti al IV - V sec. d.C. indica però che in quel periodo era sicuramente già stata abbandonata.
La particolare conformazione del terreno, in parte roccioso, rese necessaria la costruzione di numerose sostruzioni, creando così dei vani, utilizzati probabilmente come locali di servizio della villa.
Il piano nobile, adibito ad abitazione, è il più danneggiato. Si sviluppava intorno al grande giardino-peristilio, con le zone residenziali ubicate a nord e a sud; i lunghi corridoi terrazzati che correvano sui lati est ed ovest venivano probabilmente utilizzati per passeggiate-belvedere. L'ingresso principale si trovava sul lato meridionale ed immetteva al 3° livello, altri due ingressi a nord e a ovest servivano rispettivamente il 1° e il 2° livello.
Prima di iniziare la visita della zona archeologica si consiglia di visitare l'Antiquarium, a destra dell'ingresso. Il Museo espone, oltre alla pianta generale della villa, testimonianze fotografiche degli scavi e dei restauri e reperti particolarmente interessanti: mosaici pavimentali, oggetti in bronzo e ceramica, frammenti di stucchi e affreschi, una scultura raffigurante la testa di uno dei Sioscuri, e altri reperti.
tel.030 916157

 
Castello

sirmione rocca scaligera Il castello di Sirmione (XIII secolo), dotato di torri e di mura merlate, fu base stratetegica per il controllo del lago. E' di epoca scaligera e la sua darsena - ancora in perfetto stato di conservazione - rappresenta un raro caso di fortificazione destinata ad uso portuale. Il mastio viene costruito nel XIII secolo ad opera, verosimilmente, di Mastino I della Scala.
sirmione rocca scaligeraPossente maniero completamente circondato dalle acque posside un portico interno dove è allestito un lapidario romano e medievale; una scala del secondo recinto, cui si accede da un ponte levatoio, sale ai camminamenti sulle mura: di qui si ammira la suggestiva darsena, antico rifugio della flotta scaligera.
Le porte erano munite di diversi sistemi di chiusura: dal ponte levatoio carrabile e pedonale, alla saracinesca metallica e, in epoca più recente, al portone a due battenti imperniato su cardini.
Sirmione, grazie alla sua collocazione territoriale di confine, diventa punto nevralgico del sistema scaligero di difesa e di controllo e rimarrà tale fino al XVI quando il suo posto verrà preso da Peschiera.Venezia annette Sirmione alla sua Repubblica nel 1405 e subito si adopera per rendere la rocca sirmionese ancora più sicura irrobustendo le mura e ampliando l'obsoleta darsena degli scaligeri.. Visitati gli interni è doceroso visitare la torre per scoprire dall'alto un suggestivo panorama sulla città e sul lago.
tel.030 916468

S. Pietro in Mavino

sirmione san pietro in mavino La Chiesa di San Pietro in Mavino (mavina=summa vinea, vigna collocata sulla sommità, sulla sommità della penisola), ben conservata (benchè in realtà ricostruita "quasi interamente nel XIV secolo"), di epoca longobarda, ma ammordenata nel 1300 fu edificata, si racconta, da dei pescatori locali sulle rovina di un tempio pagano. E' dominata dagli affreschi dell'abside: un Cristo giudice al centro, la crocifissione alla sua sinistra, la Madonna con Bambino alla sua destra.

 
ufficio turismo sirmione desenzano garda catullo terme castello cosa vedere visitare sirmione
ufficio turismo sirmione desenzano garda catullo terme castello cosa vedere visitare sirmione
ufficio turismo sirmione desenzano garda catullo terme cure vacanze termali acqua di sirmione
Le terme
ufficio turismo sirmione desenzano garda catullo terme cure vacanze termali acqua di sirmione
Centro termale Catullo

È situato nel centro storico di Sirmione e si affaccia direttamente sullo splendido lago di Garda. Al suo interno si possono fare tutti i tipi di cure inalatorie, la fangobalneo terapia, vari tipi di massaggio, manuale e subacqueo, cure per le affezioni vascolari, ginecologiche e dermatologiche. Inoltre lo stabilimento Catullo è la sede del Centro di Cura per la Sordità Rinogena. All'interno dello stabilimento Catullo si trova una attrezzatissima piscina termale che offre una rilassante vista sul lago di Garda. La piscina è stata costruita appositamente per offrire ai pazienti piacevoli momenti di relax dando uno sguardo all'incomparabile scenario offerto dal lago di Garda attraverso le ampie vetrate. Ovviamente in piscina è possibile fare cure per la riabilitazione motoria e per le vasculopatie seguiti da personale altamente specializzato.
NB Il Centro di Broncopneumologia è stato trasferito presso lo stabilimento Virgilio. Per tutti coloro che soggiornano nel centro storico di Sirmione potranno contare su un frequente "servizio navetta" organizzzato dalle Terme di Sirmione.
ufficio del turismo lombardia vacanze viaggi gite Sito ufficiale

 
Centro termale Virgilio

È situato nell'immediato entroterra della penisola di Sirmione, sulla statale 11 che collega Brescia e Verona. Lo stabilimento Virgilio è stato edificato nel 1987 e offre le più moderne apparecchiature per le cure termali. All'interno della spaziosa e moderna struttura si possono fare tutti i tipi di cure inalatorie, la fangobalneo terapia, vari tipi di massaggio, manuale e subacqueo, cure per le affezioni vascolari e dermatologiche.
ufficio del turismo lombardia vacanze viaggi gite Sito ufficiale

 
ufficio turismo sirmione desenzano garda catullo terme cure vacanze termali acqua di sirmione
ufficio turismo sirmione desenzano garda catullo terme cure vacanze termali acqua di sirmione
ufficio turismo sirmione desenzano garda catullo terme vacanze viaggi
Sirmione
ufficio turismo sirmione desenzano garda catullo terme vacanze viaggi
  Il paese
ufficio turismo sirmione desenzano garda catullo terme castello cosa vedere visitare sirmione
ufficio turismo sirmione desenzano garda catullo terme cure vacanze termali acqua di sirmione
  Ricettivita'
ufficio turismo sirmione desenzano garda dormire alloggiare alberghi sirmione hotel residence agriturismo
ufficio turismo sirmione desenzano garda dormire alloggiare alberghi sirmione hotel residence agriturismo
ufficio turismo sirmione desenzano garda catullo terme vacanze viaggi
ufficio turismo sirmione desenzano garda catullo terme vacanze viaggi
ufficio turismo lombardo informazioni turistiche visitare lombardia vacanza vacanze viaggi laghi lombardi lario garda maggiore iseo alpi
ufficio turismo lombardo informazioni turistiche visitare lombardia vacanza vacanze viaggi laghi lombardi lario garda maggiore iseo alpi
alberghi hotel ostelli bed breakfast agriturismo ristoranti
turismo turisti informazioni turistiche mete destinazioni vacanze viaggi gite weekend arte cultura
turismo monumenti musei parchi giardini esposizioni manifestazioni eventi principali
turismo trasporti aerei aeroporti metro treni stazioni bus taxi pullman